La decisione che può sbloccare il tuo Business

Pubblicato il da Paolo Fabrizio

Come evitare lo stallo tra la voglia di cambiamento ed i rischi che ne conseguono

Photo Credit - Compfight.com

Photo Credit - Compfight.com

Mi interessa ascoltare le persone e forse è ciò che so fare meglio.

Da un pò di tempo sento amici, colleghi e conoscenti esprimere il desiderio di dare una scossa alla propria vita. Alcuni vorrebbero cambiare lavoro, città o hanno semplicemente l'esigenza di spezzare la routine. Tuttavia molti sono combattuti poiché il cambiamento non implica solo novità bensì anche l'assunzione di rischi.

Tutte queste persone lavorano nelle aziende, con le aziende oppure sono titolari di aziende (sin Italia soprattutto PMI). E' vero che sono periodi difficili, quindi le aziende fano fatica ad investire e/o sono poco propense ad investire nell'innovazione.

E' inutile negarlo, i cambiamenti fanno paura.

Supera la contrapposizione online/offline

Tuttavia se pensi che aggraparti alla zattera delle abitudini possa preservare il tuo Business dallo tsunami della competitività digital, ahimè ti sbagli.

Se fossimo ad un incontro di pugilato, si sfiderebbero sul ring due pesi massimi: entusiasmo vs paura.

Conosco bene questa sensazione perché l'ho vissuta in prima persona e ti assicuro che è una situazione pericolosa perchè genera uno stallo. Ma c'è di più...infatti al giorno d'oggi la conseguenza è peggiore: le innovazioni tecnologiche sono così frequenti da rendere il tuo modello di Business obsoleto in poco tempo.

Non rimandare la tua scelta strategica

Se non prendi una decisione strategica sul posizionamento online della tua azienda, non ti illudere di mantenere stabilità perché al girono d'oggi non è più così. Infatti la corrente della competitività è molto forte. Pertanto, che tu mantenga l'attuale strategia che hai sempre adottato o meno, affrettati a decidere...

Photo Credit - Compfight.com

Photo Credit - Compfight.com

A prescindere dalla scelta che maturerai, mi permetto di darti alcuni consigli pratici che spero possano esserti utili:

1. Cosa fare se decidi di puntare sul web

Innanzitutto non snaturare il DNA della tua azienda. Cerca piuttosto di integrare strumenti adeguati per comunicare anche online con la tua audience. Sceglile in base:

  • Al tuo settore di Business specifico.
  • Alle esigenze dei tuoi i clienti: convolgi per capire come prediligono comunicare con te. Ad esempio peferiscono Email, telefono o anche attraverso un Social Network?

Cerca inoltre di migliorare costantemente la tua presenza online. Il sito web della tua azianda deve essere assolutamente responsive, ovvero già ottimizzato per la visione attraverso schermi di PC, tablet o smartphone senza penalizzazioni in termini qualità.

2. Cosa fare se decidi di NON puntare sul web

A maggior ragione non ignorare l'evoluzione del web e dei Social Media. Monitara le scelte dei tuoi concorrenti che hanno deciso di essere presenti anche online. In particolare:

  • Concentrati sugli strumenti che utilizzano per comunicare online (sito web, blog azienadale, Social Media).
  • Analizza il modo in cui comunicano con clienti e potenziali tali attraverso tali strumenti: è efficace? E' adeclinato a secoinda dello strumento di comunicaizone utilizzato?
  • Rimani sempre aggiornato e pronto a rivedere la tua scelta strategica;: ciò che ha funzionato bene sino a ieri per la tua azienda potrebbe non essere più efficace domani.

I clienti impongono alle aziende nuove sfide digitali

Dall'analisi condotta quest'anno da Forrester,di cui l'infografica che trovi qui sotto, sono emersi dati emblematici sui quali riflettere. In particolare vengono evidenziati gli ostacoli che impediscono alle aziende di fornire un'ottima customer experience ai propri clienti.

www.forrester.com

www.forrester.com

L'80% dei dirigenti intervistati ritiene che la propria azienda fornisca una customer experience eccellente, mentre nel 2013 solo l'8% delle aziende censite ha ricevuto un'ottima valutazione da parte dei propri clienti.

Forrester

Eccoli in pillole:

  1. Utilizzo della tecnologia senza tenere in considerazione le aspettative dei clienti.
  2. Visione interna: mancato ascolto degli input dei clienti, soprattutto quelli negativi.
  3. Mancanza di integrazione tra i canali di comunicazione utilizzati con i clienti.
  4. Scarsa chiarezza sulle respnsabilità all'interno dell'azienda (chi è responsabile e per cosa).

Conclusioni

Mi auguro che tu possa ricordare il 2014 come un anno di svolta per il tuo Business nel quale hai fatto scelte non facili, che in futuro si possano rivelare essenziali per per il successo della tua azienda.

Ciò che non ti auguro è di non aspettare che arrivino tempi migliori senza assumere alcun rischio: altrimenti la tua annata 2014 potrebbe sapere decisamente "di tappo".

Quindi ti domando:

  • Quali rischi sei disposto ad affrontare per raggiungere i tuoi obiettivi di Business?
  • A quali condizioni lo faresti?

Aspetto il tuo commento qui sotto (ed i tuoi tappi). Nel frattempo ti auguro il meglio per il futuro della tua azienda.

+Paolo Fabrizio - Social Media Scrum

LinkedIn: it.linkedin.com/in/pfabr/

Twitter: https://twitter.com/Pfabr

Podcast: http://www.spreaker.com/user/paolofabrizio

Slideshare: http://www.slideshare.net/PaoloFabrizio

Instagram: http://instagram.com/pfabr

Vine: https://vine.co/Pfabr

Storify: http://storify.com/Pfabr

Commenta il post