La chiave del successo? Impara dai fallimenti

Pubblicato il da Paolo Fabrizio

La paura di sbagliare contro l'accettazione del rischio come tappa necessaria per raggiungere il successo

Fonte - Compfight.com

Fonte - Compfight.com

Quando proviamo paura tendiamo a perdere lucidità perchè la sensazione di pericolo imminente ci immobilizza.

E' una reazione istintiva che possiamo provare in varie situazioni. Ad esempio se pensi al fallimento, è probabile che percepirai immediatamente un senso di paura o timore. 

Eppure fallire, ovvero sbagliare o non raggiungere un obiettivo, dispiace ma non dovrebbe mai paralizzarti.  Con questo non voglio spaventarti, al contrario con questo post voglio aiutarti a riflettere su come reagire al fallimento.

La paura di sbagliare è un limite

Quando lavori ad un progetto sei più concentrato a non commettere errori oppure a soddisfare le esigenze del tuo cliente? 

Ti faccio questa domanda perchè so quanto sia importante rispettare le tempistiche stabilite e garantire anche l'ottima qualità del prodotto/servizio offerto: è il momento della verità, in cui la promessa si trasforma in conferma oppure in delusione cocente.

Porre la massima cura attenzione è sinonimo di professionalità, tuttavia se prevale il timore che qualcosa 'vada storto', aumenta il rischio del fallimento perchè perdiamo focus dal nostro vero obiettivo concentrandoci troppo sulla paura di sbagliare.

Inoltre, se gestisci un team di collaboratori, devi riuscire a controllare il lavoro altrui controllando anche te stesso, evitando così di trasmettere loro ansia e limitando i rischi di cui sopra.

Sbaglia > impara > migliora

Fonte - Compfight.com

Fonte - Compfight.com

Se invece che pensare solo alle curve (pericoli), ti concentri su tutto il tracciato che devi percorrere avrai una visione più completa ed equilibrata anche degli errori da evitare e delle eventuali conseguenze.  

Qesto tipo di approccio è totalmente diverso al precedente perchè accetta il rischio del fallimento ed implicaun processo di apprendimento è costante. In sostanza scegli di metterti in gioco ogni giorno per migliorare ed imparare dagli errori commessi, anzichè fare 'harakiri' come un samurai! ;-).

Lo scopo ultimo è il medesimo - raggiungere i tuoi obiettivi - senza però biasimarti per gli insuccessi od esaltarti per i successi.

Ho approfondito questi temi nel podcast che stai per ascoltare qui sotto aggiungendo anche un paio di consigli tutti da ascoltare...

Highlight del podcast

  • 00:25 Perchè parlare di fallimento

  • 01:00 2 visioni a confronto: la paura di sbagliare vs. l'opportunità di imparare

  • 03.03 'Il fallimento è un evento, non una persona' dice Luanne Tierny - 12 strategie per prepararti al successo [slide]

  • 03:01 Chi incolpi quando non raggiungi i tuoi obiettivi?

  • 03:13 Indaga sull'errore anzichè accanirti sul 'colpevole'

  • 04:39 Chiusura e saluti.

​Ascolta il podcast

4 Ottobre 2011: ha inizio il mio viaggio 

Ora ti racconto qualcosa di personale. Nell'ottobre 2011 mi trovavo in una delle più belle spiagge della Nuova Zelanda ed ho approfittato della bassa marea per fare una lunga camminata per riflettere sui miei prossimi 40 anni (sono un ottimista) godendomi lo splendido paesaggio. 

Non c'era nessuno smartphone nè computer nel raggio di 50 km. Solo il rumore del mare

Quella passeggiata mi è servita per capire che il vero viaggio l'avrei iniziato al mio reintro in Italia. E così è stato: ho iniziato ad eleminare gradualmente il muro di scuse e paure che mi ero costruito attorno a me per inseguire nuovi obiettivi professionali e di vita, anche a costo di sbagliare più di una volta.  

Ebbene, quel viaggio è ancora in corso e voglio dirti che sono davvero felice di averlo intrapreso...ho imparato molto e molto ancora voglio imparare. La foto che vedi qui sotto l'ho scatta proprio quel giorno di cui ti sto parlando. 

Inutile dirti che i colori sono naturali e che è tuttora la mia foto preferita.

La chiave del successo? Impara dai fallimenti

Adesso mettiti le cuffie, guarda questa spiaggia e ascolta il podcast...sono certo che te lo gusterai.

Conclusioni

Non credo nè alle formule magiche nè ai guru che illustrano metodi infallibili; ho solo voluto condividere con te alcune riflessioni che fanno parte anche della mia esperienza diretta.

Tu conosci la tua strada e ti auguro di percorrerla nel modo più soddisfacente per te stesso.

Se ti è piacuto questo articolo non aver paura: raccontami di te nei commenti. 

Potrebbero interessarti anche

–––––––––––––––––––––––––––––––––––––––––––––––––––––––––––––––––

La 1°newsletter sul Social Customer Service: iscriviti –> http://eepurl.com/batABj

–––––––––––––––––––––––––––––––––––––––––––––––––––––––––––––––––

La chiave del successo? Impara dai fallimenti

Iscriviti alla Newsletter

Video e Podcast

​Seguimi sui Social Network

Commenta il post